Come presentarsi al meglio

Buongiorno a tutti,

oggi parliamo di una cosa importantissima, come presentarsi al meglio agli altri ossia come sapersi vendere bene.

Nel mondo d’oggi, sia l’imprenditore, che il professionista ed il dipendente, devono sapere descrivere bene di cosa si occupano, per poter vendere un prodotto, il loro servizio e le loro capacità a potenziali clienti, a probabili collaboratori per ampliare la propria rete o solamente per cambiare lavoro.

Bisogna innanzitutto rendere la presentazione interessante per il nostro interlocutore, evitando di dire le solite banalità ma concentrandoci nel fare una buona impressione in pochi minuti.

Come fare?

Ecco qualche semplice consiglio:

  1. chiediamoci qual’è il bisogno o il problema che andiamo a risolvere; non descriviamoci come “mi occupo di …….” oppure  “sono un …….” cerchiamo di mettere creatività e fantasia nella nostra descrizione, incuriosiamo il nostro interlocutore e spieghiamo, invece, come il nostro lavoro puo’ aiutare gli altri.  Ad esempio ” Ho fatto della mia vocazione (aiutare gli altri) un lavoro …Ti è mai capitato di trovarti ad un bivio e non sapere quale strada scegliere, non saper gestire una fase di cambiamento della tua vita oppure non ti senti realizzato  perché hai un desiderio che vorresti far avverare?”
  2. definiamo la nostra attività, professione; per me che sono un Coach è naturale dirlo, ma è meglio “essere” che “fare”. Ad esempio: “essere” un coach per me è uno stile di vita, una scelta, una passione, una vocazione….. “fare” il coach è un lavoro. C’e’ differenza!!!!
  3. definiamo il prodotto, servizio o capacità che offriamo; ad esempio  “sostengo le persone nelle fasi di cambiamento della loro vita, nella loro crescita personale e nella scoperta di sé e delle proprie potenzialità inespresse, offrendo soluzioni personalizzate”
  4. siamo la soluzione al problema; dobbiamo far capire all’interlocutore il risultato che, la nostra attività e il nostro lavoro, mirano ad ottenere…. Ad esempio “attraverso il coaching, aiuto le persone ad essere piu’ autonome e consapevoli di sé, in grado di fare scelte migliori e quindi a sentirsi piu’ realizzate”
  5. siamo unici; precisate perché sceglierci in mezzo ad altre persone, quale è la nostra peculiarità, il nostro metodo. Ad esempio “mi piace concentrarmi sul cliente esaltandone la sua unicità e trovando soluzioni ad hoc, amo lavorare con le donne per aiutarle ad affrontare tutte le fasi di cambiamento e di crescita personale, offro la possibilità di fare sessioni di coaching via Skype, anche nei weekend e negli orari serali, che permettono ai miei clienti di ritagliarsi un’ora per sé, in un ambiente familiare e protetto, senza stress di traffico e parcheggio delle sessioni in studio”

Bene, ora provato a scrive su un foglio i punti sopra indicati (non dimenticando che devono tutti essere correlati tra loro) e proviamo a strutturare una risposta specifica per il nostro ruolo/lavoro e condividerla con tutti.

Perché non provare ad applicare il metodo anche ai dipendenti, collaboratori e soci, per poter dare un’immagine piu’ uniforme del lavoro e per fornire una risposta piu’ accattivante, che non mancherà certo di suscitare curiosità e ulteriori domande di approfondimento?

N.B. Non dimentichiamoci di sorridere e guardare negli occhi il nostro interlocutore, è un modo per entrare in sintonia con lui, dimostrando determinazione ma anche cordialità.

A presto.

AsperAstra Coaching

Valentina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.